domenica 10 ottobre 2010

Cestista denunciato per stupro

10/10/2010 - E' David Moss della Mens Sana basket di Siena. Lo accusa una hostess della Lufthansa. Tutto e' accaduto dopo una serata in un locale di Firenze. Ma lui nega: 'era consenziente'

Lei lo accusa di violenza sessuale, lui, attraverso il suo avvocato, nega e spiega che si', sono stati insieme, ma non l'ha costretta. Lei e' una hostess della Lufthansa, lui David Moss, ventisettenne cestista americano, da quest'estate in forza alla Mens Sana basket di Siena, squadra pluricampione d'Italia. Ora indaga la polizia: si cercano riscontri per una vicenda che, si rileva, e' da verificare. Tutto accade nella notte tra lunedi' e martedi' scorsi a Firenze. Ma il prologo e' su un volo che riporta in Italia la squadra di basket, dopo una trasferta in Polonia. E' in aereo che i due si incontrano e scambiano alcune battute, anche se le versioni sono diverse su chi dei due abbia cercato l'altro. Nel racconto della hostess lui la invita a trascorrere la serata in un locale a Firenze, lei dice di no. Poi pero insieme ad alcuni colleghi la donna andra' in quel locale, nel centro storico di Firenze, da dove piu' tardi uscira' insieme al giocatore - su insistenza di lui avrebbe spiegato -, raggiungendo un'auto parcheggiata li' vicino. Ed e' in macchina che Moss, sempre secondo il racconto della hostess, l'avrebbe violentata. Riuscita poi ad uscire dall'auto - cosa fallita in precedenza -, la donna, non senza difficolta', non essendo di Firenze, sarebbe tornata all'albergo dove alloggiavano anche i suoi colleghi e avrebbe loro confidato quanto accaduto. Dopo la visita in ospedale - le sono state riscontrate escoriazioni nelle parti intime giudicate guaribili in cinque giorni - sul finire della mattina del 5 ottobre e' andata alla polizia a fare denuncia: il caso e' seguito dalla squadra mobile fiorentina, coordinata dalla procura del capoluogo toscano. Gia' eseguita una perquisizione nella casa a Siena del giocatore mentre la sua auto e' stata sequestrata. La storia, raccontata da Moss, cambia, sostanzialmente, riguardo a cio che e' avvenuto nella macchina: nessuna violenza, la donna era consenziente. In una nota la Mens Sana basket - dopo aver spiegato di seguire con grande attenzione l'evolversi della vicenda in attesa di ulteriori sviluppi -, afferma di essere stata tempestivamente informata, al momento della formalizzazione della denuncia dallo stesso giocatore che ha manifestato la propria sorpresa per la situazione venutasi a creare. Per questo motivo e anche per il fatto che le versioni rilasciate dalle due parti sono fortemente discordanti la societa' prende atto della posizione del proprio tesserato.(ANSA)

Fonte: http://www.toscanatv.com/leggi_news?idnews=NL113316

_________________________________________________


HOSTESS DENUNCIA PER STUPRO IL CESTISTA MOSS

Lei lo accusa di violenza sessuale, lui, attraverso il suo avvocato, nega e spiega che sì, sono stati insieme, ma non l'ha costretta. Lei è una hostess della Lufthansa, lui David Moss, ventisettenne cestista americano, da quest'estate in forza alla Mens Sana basket di Siena, squadra pluricampione d'Italia. Ora indaga la polizia: si cercano riscontri per una vicenda che, si rileva, è da verificare. Tutto accade nella notte tra lunedì e martedì scorsi a Firenze. Ma il prologo è su un volo che riporta in Italia la squadra di basket, dopo una trasferta in Polonia. È in aereo che i due si incontrano e scambiano alcune battute, anche se le versioni sono diverse su chi dei due abbia cercato l'altro. Nel racconto della hostess lui la invita a trascorrere la serata in un locale a Firenze, lei dice di no. Poi però insieme ad alcuni colleghi la donna andrà in quel locale, nel centro storico di Firenze, da dove più tardi uscirà insieme al giocatore - su insistenza di lui avrebbe spiegato -, raggiungendo un'auto parcheggiata lì vicino. Ed è in macchina che Moss, sempre secondo il racconto della hostess, l'avrebbe violentata.

Riuscita poi ad uscire dall'auto - cosa fallita in precedenza -, la donna, non senza difficoltà non essendo di Firenze, sarebbe tornata all'albergo dove alloggiavano anche i suoi colleghi e avrebbe loro confidato quanto accaduto. Dopo la visita in ospedale - le sono state riscontrate escoriazioni nelle parti intime giudicate guaribili in cinque giorni - sul finire della mattina del 5 ottobre è andata alla polizia a fare denuncia: il caso è seguito dalla squadra mobile fiorentina, coordinata dalla procura del capoluogo toscano. Già eseguita una perquisizione nella casa a Siena del giocatore mentre la sua auto è stata sequestrata. La storia, raccontata da Moss, cambia, sostanzialmente, riguardo a ciò che è avvenuto nella macchina: nessuna violenza, la donna era consenziente. In una nota la Mens Sana basket - dopo aver spiegato di «seguire con grande attenzione l'evolversi della vicenda in attesa di ulteriori sviluppi» -, afferma di essere stata «tempestivamente informata, al momento della formalizzazione della denuncia» dallo stesso giocatore «che ha manifestato la propria sorpresa per la situazione venutasi a creare. Per questo motivo e anche per il fatto che le versioni rilasciate dalle due parti sono fortemente discordanti la società prende atto della posizione del proprio tesserato».

Fonte: http://www.leggonline.it/articolo.php?id=84156

____________________________________________________________________

Siena, ala americana David Moss accusato di stupro a Firenze

Oggi Mps-Virtus per la Supercoppa, con scandalo. Il giocatore della Montepaschi, 27 anni, denunciato per violenza sessuale da una hostess della Lufthansa
di ALESSANDRO DI MARIA
Siena, ala americana David Moss accusato di stupro a Firenze

David Moss
ROMA - Un'accusa di stupro, come Bryant. Ogni giocatore di basket vorrebbe essere accostato al divino Kobe, ma questa volta David Moss, ala piccola americana della Montepaschi Siena di 27 anni, ne avrebbe fatto volentieri a meno. Storia di una serata iniziata come tante, ma che poi ha avuto un epilogo che lascia dubbi e sospetti. E soprattutto una ragazza, hostess della Lufthansa, finita all'ospedale di Careggi di Firenze per una presunta violenza sessuale. I due si sono conosciuti sul volo Monaco-Firenze che lunedì scorso ha riportato la squadra in Italia di ritorno da una trasferta in Polonia. Due chiacchiere, uno scambio di battute e l'invito del giocatore a trascorrere la serata insieme. La hostess rifiuta.

I due la sera però si incontrano in un noto locale del centro. Qualche altra parola, forse un paio di cocktail, poi Moss chiede alla ragazza di accompagnarlo in auto, dove si sarebbe consumata la violenza. Fino a questo punto, le due versioni combaciano. Da qui in avanti c'è invece totale discordanza. La hostess racconta di essere salita sul sedile posteriore con il giocatore, che lui si è subito spogliato, ha chiuso le portiere e l'ha costretta ad avere un rapporto sessuale. Infine la corsa in ospedale, dove il medico le ha riscontrato escoriazioni alle parti intime (prognosi di 5 giorni) e ha segnalato il caso alla polizia.

La squadra mobile ha così perquisito la casa del giocatore e gli ha sequestrato l'auto, alla ricerca di particolari che possano ricostruire l'accaduto. Moss, che è
stato denunciato, dice che la ragazza era consenziente: "Non è vero, era stata propria lei ad avvicinarlo prima sull'aereo e poi nel locale si era ripetuta con atteggiamenti che non lasciavano dubbi" ha affermato il legale del giocatore. La Montepaschi prende atto di quanto accaduto: "La società segue con attenzione l'evolversi della vicenda in attesa di ulteriori sviluppi. Ed è stata tempestivamente informata, al momento della formalizzazione della denuncia, dallo stesso giocatore che ha manifestato la propria sorpresa per la situazione venutasi a creare".

Tutto questo alla vigilia della Supercoppa italiana che oggi (ore 18.15, diretta Sky Sport2) apre la stagione dei canestri con la sfida proprio tra Montepaschi Siena e Virtus Bologna. Passato e presente di David Moss. In attesa di capire quale sarà il suo futuro. (10 ottobre 2010)

Fonte: http://www.repubblica.it/sport/2010/10/10/news/siena_moss-7914272/

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget