giovedì 6 gennaio 2011

Litigio in strada?


Io direi: fortuna che ci sono i paparazzi!
Sembra strano vero? e pure, senza voler entrare nella dinamica di una coppia che, anche se famosa, non si conosce, questa foto di gossip sembra dire tante cose.


Questo è il link alla puntata di La vita in diretta in cui, a partire da questa fotografia, si giustifica la violenza sulle donne (oltre a fare tante altre cose pessime).

Fonte foto yahoo.

6 commenti:

mark ha detto...

Non avevo visto, allucinante...però mi devono spiegare il perchè,rimarrà ancora "un'idolo" delle donne.

Serbilla ha detto...

La percezione della violenza è abbastanza manipolata, si ritiene accettabile (!) che in un litigio di coppia (in questo caso e purtroppo molto spesso lo fa la parte maschile) si arrivi alle mani, c'è un malinteso sentimento di passione confuso con la prevaricazione, di gelosia scambiata per amore, di possesso e violenza intese come forza e unione, l'altro giorno vidi pochi minuti della trasmissione "la vita in diretta" in cui Mara Venier e vari ospiti, uomini e donne - di cui una era Katia Ricciarelli, la quale affermava di aver vissuto in prima persona situazioni del genere e di trovarle del tutto normali in una coppia (!!)- non facevano altro che minimizzare questa immagine, che sottolineare quanto assieme i due attori famosi, fossero belli, felici e bla bla bla. Mentre la potenza narrativa di questa fotografia è palese.
Poi ci ritroviamo con un bel po' di donne morte, ammazzate dal "troppo amore" di fidanzati, coniugi ed ex coniugi che in un "raptus" le scaraventano dai balconi, le accoltellano sulle scale, certe volte le chiudono nei sacchi dell'immondizia e le mettono nei cassonetti in provincia, in fin di vita, sapendo che di li a poco passerà la nettezza urbana e le stritolerà. E poi tutti si riuniscono nei salotti televisivi a discutere sul perchè? ma com'è possbile? era tanto un bravo ragazzo, è un bravo ragazzo, magari pure un buon padre.. una bella coppia.. e bla bla bla. Questo perchè alla violenza sulle donne siamo assuefatti, non esistono i raptus, esiste una cultura della sopraffazione difronte alla quale la maggior parte della gente è cieca, incredibilemtne cieca.
Guardando la trasmissione sentivo la necessità di urlare: non è vero, di sentir dire da chi viene percepito come autorevole solo perchè sta in video, che quel gesto è inaccettabile, che nessuno può permettersi di comportarsi in quel modo e che bisognava chiedere all'interessato di scusarsi pubblicamente con la compagna.
Ma le cose non sono andate così, anzi qualcuno ha detto:"avrà avuto sicuramente i suoi motivi".
Adesso per carità, questa foto è un intromissione nel privato di due persone che hanno diritto al rispetto della loro privacy, ma come si diceva "il personale è politico" e qui c'è molta politica.

mark ha detto...

Molto è manipolato artefatto preconfezionato, per il consumo porta a porta, ma oggi con l'esperienze del passto continuo a vedere i medesimi errori...non trovi?

Serbilla ha detto...

Sì, e questo, senza dover andare lontano, è causato da un regresso generale della nostra società, su tutti i livelli e in tutti gli ambiti, un regresso culturale e civile.

Paolo1984 ha detto...

"di gelosia scambiata per amore"
un po' di gelosia in una relazione amorosa ci può stare, il pericolo è quando diventa ossessiva
Riguardo alla foto, penso che nessuno dovrebbe esprimersi nè in un senso nè in un altro riguardo ad una coppia (anche famosa) di cui nulla si sa. Mi limito a dire che mi risulta che la Puccini e Preziosi non stiano più insieme ormai, e forse (dico forse) in quella foto ci sono alcuni dei motivi che hanno portato alla rottura

Serbilla ha detto...

Il problema è che il limite tra poco e ossessiva è soggettivo, e per parecchia gente l'ossessivo è tollerabile fino a quando ti ritrovi un coltello in gola.
Riguardo alla foto, ci si esprimeva sulla foto, che è pubblica, comunque è un post vecchio assai ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget