domenica 22 maggio 2011

Me lo dicono tutti

Ieri sera ho visto qualche minuto, una quarantina, ma non consecutivi, di "Me lo dicono tutti!" il progamma di Pino Insegno su rai1. Nel complesso, per ciò che ho visto, mi è sembrato gradevole. Nel programma c'era una valletta che consegnava oggetti funzionali allo svoglimento dell'azione e due valletti che introducevano alcuni ospiti. Figure utili quindi, con un ruolo, dal quale non uscivano mai, ma che nemmeno venivano messe in mezzo per essere umiliate in qualche modo.
Pino Insegno non eccede in doppi sensi volgari, non aggredisce le persone e pare che si diverta lavorando con gli altri, piuttosto che sopra gli altri.
Purtroppo però, alla fine di un gioco telefonico, in cui Loredana Lecciso ed Elisabetta Gregoracci dovevano fare un sondaggio telefonico su loro stesse, il conduttore ha giustificato lo scarso gradimento di Loredana Lecciso, da parte delle donne al telefono, con una battuta sull'invidia tra donne, mentre ad Elisabetta Gregoracci gli uomini avevano elargito dei voti alti. Cos'è più vero: che le donne sono invidiose di Loredana Lecciso o che gli uomini si rincretiniscono pensando ad Elisabetta Gregoracci?
Il mio parere è che i voti, ammettendo che tutto il gioco fosse vero, siano stati dati proprio sulla base del gradimento dei personaggi, e che Pino Insegno, invece di tentare una carineria attraverso uno stereotipo, avrebbe potuto semplicemente tacere.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget