martedì 5 ottobre 2010

Cerca di violentare una connazionale. Modica, arrestato dai carabinieri un ambulante marocchino

Violenza sessuale contro una giovane connazionale. L’ha fatto davanti al figlio minorenne della donna. Per questo motivo i carabinieri lo hanno arrestato. In manette è finito Aziz Noukri, 28 anni, marocchino, venditore ambulante, residente a Modica. Domenica sera il giovane ha intercettato in Viale Medaglie d’Oro la sua vittima, una bracciante agricola di 33 anni, regolarmente sposata. Approfittando della scarsa illuminazione, l’extracomunitario l’ha aggredita mentre questa, in compagnia del bambino, stava rientrando a casa. La malcapitata avrebbe cercato di respingere “l’assalto” del suo prossimo carnefice e mentre il figlioletto era rimasto impietrito dalla paura, Noukri la picchiava ripetute volte tentando di violentarla. La poveretta in qualche modo è riuscita a divincolarsi ed a chiedere aiuto ad alcuni passanti, mentre il marocchino si dileguava. La donna è stata accompagnata all’Ospedale Maggiore dove è stata curata e medicata per le escoriazioni subite in varie parti del corpo. E’ stata poi dimessa con una prognosi di sette giorni. Nel frattempo dell’episodio sono stati informati i carabinieri della locale Compagnia che , grazie alla descrizione fornita dalla vittima, lo hanno rintracciato poco dopo e lo hanno arrestato. E’ finito in carcere con la pesante accusa di violenza sessuale. Nelle prossime ore sarà effettuato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modica l’interrogatorio di garanzia. Non è un caso che il violento episodio sia avvenuto in Viale Medaglie d’Oro dove da settimane si lamenta la scarsa illuminazione, per questo la gente si sente insicura. Qualcuno sostiene che sia stata l’Enel ad interrompere il servizio per i debiti del Comune ma questo sarebbe grave poiché, qualora fosse reale questa tesi, si è messa a rischio l’incolumità della gente.

Fonte:radiortm.it

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget